dice Frattini, non ci sarebbe bisogno di dire alla Commissione europea di parlare solo attraverso i commissari se l’opposizione non usasse le dichiarazioni UE e ONU per polemiche interne.

vado a senso, ma il senso era: se l’opposizione usa quelle parole, blocchiamo le parole. Potrebbe estendere la questione anche al Vangelo, già che c’è.

poi veniamo ai vaccini

«Tocca al viceministro ora dirci a quali regioni si riferiva e come il governo intende sopperire», incalza Enrico Rossi. E, comunque, sia chiaro che spetterà al Servizio Sanitario Nazionale affrontare ogni spesa. «La spesa per i vaccini dell’influenza A deve mettercela il governo. E tutti i cittadini devono essere vaccinati: quelli delle regioni con il bilancio in ordine e quelli delle regioni col bilancio in rosso», sottolinea Rossi, che è anche assessore alla Sanità della Toscana. «Ci hanno gia’ scippato 800 milioni di euro dal fondo per la farmaceutica, non ce ne possono togliere altri 400», vale a dire la spesa stimata per la copertura dei vaccini.

Il timore è che con i tempi che corrono in fatto di bilancio nazionale Tremonti abbia dato il via libera all’operazione vaccini pensando di poter attingere ai fondi per la farmaceutica, che sono già stati destinati alle Regioni. «Parlo senza intento conflittuale – aggiunge – e sono sicuro che troveremo una soluzione. Il Servizio Sanitario nazionale è ben attrezzato per far fronte alla situazione.

Il governo deve decidere la strategia generale e deve dire chi, quando e come vaccinare, e lo deve comunicare alle Regioni, assumendosi la responsabilità di questa partita.

Mi auguro, inoltre, che ci sia una comunicazione univoca. In questi giorni ci sono state alcune comunicazioni in ordine sparso: un giorno parla tizio e un giorno caio. A dare le comunicazioni deve essere una voce sola espressione del governo».

Qualche esempio l’abbiamo scritto qui.