c’è chi grezzo o proveniente da luoghi diversi arraffa, stupra, rapina e chi applica metodi più o meno intelligenti o sottili. Lo scopo è sempre il medesimo, approfittare delle illusioni, delle debolezze, dei miti di chi èmeno mentalmente attrezzato.

c’è chi usa tutto ciò su milioni di persone perchè sa come arrivare loro, e chi si accontenta di strumenti artigianali. Chissà perchè spesso l’ossessione principale è quella cosa lì che distingue le femmine dai maschi!

VICENZA – Magia nera e riti di iniziazione esoterica erano il paravento utilizzato da un imbianchino vicentino di 44 anni, per far cadere nella sua rete giovani e giovanissime ragazze dalle quali pretendeva sempre e soltanto un tributo di natura sessuale.

In questo ambito si è mossa l’indagine della squadra mobile della polizia di Vicenza, diretta da Michele Marchese a partire dal settembre 2008 e conclusasi lo scorso sabato con l’arresto del falso mago per violenza sessuale ai danni di minorenni e diffusione di materiale pedopornografico.

Il provvedimento ha portato anche all’arresto in flagranza di reato Roberto Fiorio, un medico psichiatra veronese di 58 anni, che si fingeva ginecologo e con il quale l’operaio vicentino era entrato in contatto per sottoporre le sue vittime a «manipolazioni» particolari. E uno dei particolari emersi dall’indagine è a dir poco sconcertante.

Per un anno intero una quindicenne della provincia di Vicenza ha subito abusi sessuali di ogni genere dal falso mago che, dicendosi di volta volta posseduto dallo spirito di «Satyricon», «Edon» o «Triton», le aveva imposto addirittura un calendario settimanale di turpitudini. Un anno intero scandito da una precisa «scaletta» di prestazioni sessuali a seconda del giorno della settimana. La ragazzina aveva conosciuto l’imbianchino in internet un anno fa e sarebbe finita nella sua rete di «riti esoterici» nell’illusione di mettersi in contatto con il padre da poco scomparso.

Quando gli agenti della Mobile hanno fatto irruzione nello studio dove avvenivano i «ricevimenti», hanno trovato la ragazza nuda, coperta solo da una tunica nera, e il medico che si preparava al «rito» con oli ed essenze.