è una associazione di idee. Già, proprio mentre si cerca di organizzare una battaglia di popolo, sia pure delle libertà, in difesa di una lunga storia di manovre, ricatti, corruzioni di giudici, deputati e senatori comprati e in gran parte poi relegati in uno stanzino oscuro, leggere che quella signora è ancora presente, a sè e agli altri, fa intravvedere una Italia anche diversa.

nello stesso tempo fa capire quanto infami furono gli insulti, gli intralci al finanziamento di ricerche che pure continuavano in un filone che aveva portato a un Nobel. Nobel che tutto sommato era legato a una felice intuizione riscoperta anni dopo e che la stessa Montalcini seppe riprendere con piena padronanza dei più moderni metodi di indagine.

ma quanta piccineria, vero onorevole Bossi?

Negli stessi giorni la Lega Nord ha proposto un emendamento alla legge finanziaria per eliminare gli stanziamenti ad hoc per la fondazione EBRI (European Brain Research Institute) fondata dalla senatrice a vita Rita Levi Montalcini: si tratta dell’ultima delle sue numerose iniziative scientifiche, un nuovo centro di ricerca sul cervello a Roma in collaborazione con la Fondazione S. Lucia e il CNR. La senatrice è allora intervenuta in aula, per motivare la sua non partecipazione alla votazione dell’emendamento della Lega per "conflitto d’interesse", con le seguenti parole: «Signor Presidente, io non voterò, ma ringrazio molto quanti si rendono conto dell’attività svolta dall’istituto EBRI per la scienza italiana. Sono veramente molto grata a tutti coloro che si rendono conto di quanto stiamo facendo per la scienza, che mai è stata così utilmente portata avanti. Grazie infinite». L’emendamento della Lega Nord è stato in seguito respinto a larghissima maggioranza con 173 voti contrari, 57 astenuti e 75 voti a favore.

Piccineria mantenuta anche recentemente, sperando forse che madre natura collaborasse di più perchè un solenne funerale eliminasse questo intralcio alla più giusta definizione di cosa deve essere una donna!

Dimenticavo, volevo solo ricordare che questa signora,ormai centenaria ha grinta e stoffa per tenere una di quelle lectio-magistralis così di moda oggi (a parte il nostro PdC che preferisce i soliloqui televisivi, senza pubblico in grado di fare domande).

RITA LEVI MONTALCINI
Martedì 6 ottobre, alle 16 al teatro Carignano, il premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini terrà una lectio magistralis dal titolo “A 100 anni la vita mi emoziona” nell’ambito di una festa organizzata in suo onore dalle istituzioni della città. La lectio sarà introdotta dagli interventi del sindaco di Torino, Sergio Chiamparino e del Rettore dell’Università di Torino, Ezio Pelizzetti. A seguire mercoledì 7 alle 10 la professoressa Rita Levi Montalcini incontrerà gli studenti nell’aula 3 di Palazzo Nuovo, via Sant’Ottavio 20. Saranno presenti Giancarlo Caselli, Procuratore Capo della Repubblica e Francesco de Sanctis, direttore generale ufficio scolastico regionale per il Piemonte. L’incontro è aperto al pubblico fino ad esaurimento dei posti, ma sarà possibile seguire la diretta streaming dell’incontro sul canale Event Channel di www.unito.it/media.

Rifatevi gli occhi con uno youtube tutto sommato quasi delicato.