anzi rinvigorisce!

ricordate quel signore americano ben considerato ed influente che, per aver fregato circa 65 milioni di dollari agli ingenui che gli avevano affidato i soldi da gestire, si è preso 150 anni di costrizione in quei luoghi di "contenzione" che negli USA sono riservati anche a chi frega volutamente i minchioni?

bene, questo signore dopo solo qualche mese di permanenza ha raggiunto un rinnovato vigore fisico tanto da scazzottarsi prevedibilmente con tipi un po’ più abituati di lui a risolvere in modo fisico le controversie.

certo che per un esperto come Madoff appare perlomeno sorprendente che abbia dovuto risolvere "fisicamente" una discussione basata sulla borsa, a meno che non fosse uno scambio di esperienze su chi ne sapeva di più.

di frodi, ovviamente.

scontri che in Italia non avvengono nelle patrie galere, anche perchè di illegale è rimasto ben poco dopo le autoriforme degli attuali governanti!

NEW YORK (13 ottobre)Bernie Madoff, l’ex magnate della finanza condannato a 50 anni di prigione per la frode del secolo, ha preso a pugni un altro detenuto nel cortile del carcere della North Carolina. La ragione della zuffa: un disaccordo sulla Borsa. La discussione ha coinvolto oltre a Madoff un altro detenuto e quando i toni sono diventati accesi i due si sono presi a spintoni finché l’altro, che aveva cominciato a menare le mani, non ha perso l’equilibrio ed è finito a terra. Intorno a loro si era formato un capannello di una ventina di detenuti: «Bernie era fuori di sè», ha detto al New York Post uno degli "spettatori": «Era davvero aggressivo».

Il Madoff versione pugile e il suo sfidante sono scampati alla cella d’isolamento perché le guardie carcerarie non si sono accorte della rissa. E il giorno dopo, secondo i testimoni, i due erano di nuovo amici.

Madoff sta scontando nel carcere di Butner una condanna a 150 anni per la maxi truffa da 65 milioni di dollari a danno di investitori e piccoli risparmiatori.