molti di noi son degli esperti, o quasi, abbiamo imparato dai telefilm "polizieschi" che le indagini non si fanno con irruzioni e arresti ma attraverso ostinati e simpatici (o irritanti) signore e signori che bazzicano laboratori di ogni tipo con soste alla macchinetta del caffè.

e allora cerchiamo di capire come mai passano sei mesi di ragionamenti e ragguagli, c’è un video che racconta di un killeraggio, video tutto sommato decente che illustra particolari fondamentali, età apparente, conformazione fisica (alto, basso, grasso, magro), alcuni particolari del volto naso, mento, struttura del collo, etc).

nel telefilm eccoli lì a confrontare migliaia, milioni di dati immagazzinati nel computer e niente, poi, finalmente si chiamano a raccolta gli "umani" che guardano la TV e salta fuori che molto probabilmente è un pregiudicato.

ma se è un pregiudicato, cioè uno che è stato a suo tempo giudicato, allora e quindi fotografato con calma, con da qualche parte anche un qualche malloppo di carte, foto, etc che parlano di lui, dove e come abita abitualmente, manie, luoghi in cui va a ballare, bere, mangiare, che donne (o trans?), che scarpe porta, se ha tatuaggi o zoppica, cravatta o giubbotto, etc.

sei mesi, ma niente. Però, eppure in una società commerciale appena cambia il venditore concorrente di una zona ecco subito cercare di capire chi è, chi era, se è un duro o un accordista e subito cercare in archivio che cosa si sa di lui. Di questo qui se c’è, se c’era, nessuno sa, niente, appunto.

ANCHE DOPO SEI MESI!