però attenti a non pestare delle merde, specie se sotto ci sono tonache bianche, rosso viola o nere perchè in quel caso si rischia.

ne sa qualcosa un film spagnolo dal titolo AGORA’, solo che dentro hanno il cattivo gusto di parlare di una donna di 1700 anni fa, una certa IPAZIA, scomoda figlia del IV secolo che ebbe la fortuna-sfortuna di vivere brillantemente da metamica proprio mentre Santa Madre stava diventando CHIESA E RELIGIONE DI STATO.

finalmente quella Chiesa di derelitti, di emarginati, di scombinati provenienti dall’Oriente per portare speranze e illusioni almeno post mortem e parlare di uguaglianze senza favoritismi almeno davanti a DIO.

LEI no, LEI tornava con il pensiero ai Greci che già avevano amato geometria e, soprattutto, FILOSOFIA. Brutto nome, amore per il sapere, amore per la conoscenza, e quindi nessuna verità scontata perchè continuo è il cercare il discutere il capire il contraddire. Nessun dogma!

PS: nel commento altre notizie.

ed ecco che quella IPAZIA torna di moda oggi e proprio in quella Spagna che in pochi anni ha cambiato pelle per tornare ai fulgori di libertà goduta ai tempi lontani in cui grandi figli di MAOMETTO portavano in Europa medicina, matematica, astronomia.

così un pazzo edita un film, AGORA’, un film che sembra però forse noi non vedremo mai. Troppo sangue, dicono. E non hanno torto, IPAZIA fu prima privata degli occhi che erano della mente prima ancora che utili per vedere dove camminare, poi la fecero a pezzi.

in fondo già era distrutta la biblioteca di Alessandri e un libro, anzi quattro, i Vangeli, bastavano ed erano, sono, libri difficili tanto è vero che non tutti son liberi di commentarli. Potrebbe capitare di conoscere un Gesù diverso da quello via via raccontato, racconto che nei secoli si è sempre adattato alle mutate realtà, così da essere comunque potere.

mutate realtà che andavano guidate nell’unico modo certo, con il controllo del sapere. E quello di IPAZIA era troppo pericoloso, anche perchè, orribile orribile, IPAZIA era pure una DONNA!

c’è chi ha avviata petizione perchè qualcuno distribuisca quel film in Italia, a questo cara piccola stupida Italia sei ridotta, a manifestare perchè un film che gira mondo e festival, possa venire anche in Italia.