ce l’ha messa tutta ieri il nostro PdC per fare capire quanto fosse indispensabile la sua presenza fin da subito, e non solo per tappare la bocca ai giudici che volevano scambiare due parole con LUI a proposito di affari "normalissimi" di Mediaset.

chi ha avuto occasione di ascoltare via Radio alcune semplici e preziose frasi del Kapo ha capito la decisione con cui d’ora in avanti si controllerà che TUTTI versino i contributi pattuiti e che non si ripetano i passati inconvenienti.

certo che se avesse fatto anche un po’ di mea culpa forse si sarebbe capito meglio il messaggio, ma quella è roba di Tremonti.

***
Tuttavia lo spettacolo c’è stato lo stesso da come si capisce leggendo La Stampa,: il nostro ha potuto sfoggiare al meglio le proprie doti di intertainer, ma rimando all’articolo originale, e perchè  in fondo sono battute ovvie per chi è costretto  a partecipare  a delle sessioni aziendali.
***
Ma chi ha avuto un colpo d’ala fantastico è stato Geddafi che, consapevole o no (ma un orientale anche abitatore del deserto è decisamente più sottile del più intelligente grande lombardo), ne ha pensata una favolosa: qualche centinaio di belle ragazze tra il giovanissimo e lo splendido (età massima 35) invitate a casa sua per discutere di donne e islam. E c’è tutta la saggezza beduina: spesa globale massima qualche decina di migliaia di euro.

Poichè toccava al Gheddafi occuparsi del suo carissimo amico italiano (nessuno degli altri era all’altezza o lo cagava) quale migliore occasione di squadernare un bel bouquet di candidate future alle elezioni italiane? E nello stesso dimostrare che le italiane sono tali che corrono anche solo per 70 (o 50?) euro netti.

La cosa ha avuto un tale successo che ieri sera c’è stata la replica.

GEDDAFI GIRLS

CHI AVRA’ SMARRITO LA SCARPETTA E AVRA’ TROVATO VICINO CASA IL TAXI GIUSTO PER CONOSCERSI MEGLIO?