vorrei capire se è una nuova linea editoriale o sono fantasmoni che mi son creato da solo.

non sono un fanatico della pronuncia italica corretta, anche perchè per anni siamo (eravamo) sommersi dall’invasione del romanesco. Adesso però mi pare si stia andando in direzione opposta.

l’altro giorno, mi sembra nella frazione di RAI 3 delegata alle scienze, c’era una illustre esperta di alto grado nella linea di comando della salute, con riferimento al solito virus e antivirus H1N1, esperta che evidentemente si trovava a notevole disagio a non poter parlare nel suo abituale e casalingo veneto.

stamattina invece il conduttore fra il GR 3 e il consueto faccia a faccia con Ritanna Armeni (che fantasia!) è partito  il neo conduttore con un evidente corteggiamente del siculo parlare (poi corretto immediatamente al primo stacco). 

è l’apertura al pluralismo regionale? è l’apertura ai neo arrivati dopo l’assestamento post elezioni 2008?