finora, di cortesie:

ATTO PRIMO, entra sul palco FINI

13:52.- Immigrazione: Fini,chi discrimina stranieri e’ uno ‘stronzo’

(ANSA) – ROMA, 21 NOV Per Gianfranco Fini chi usa ‘qualche parola di troppo’ nei confronti degli immigrati deve essere definito uno ‘stronzo’. Non usa mezzi termini il presidente della Camera nel corso di un incontro nel centro ‘Semina’ con ragazzi, per la maggioranza stranieri tra 8 e 18 anni, dell’Associazione ‘Nessun luogo e’ lontano’. ‘Uso questa parola – si spiega subito dopo Fini – perche’ se qualcuno dice che siete diversi la parolaccia se la merita: voi la pensate io la dico’.

***

ATTO SECONDO, una risposta dal fondo

16:03.-Immigrazione: Lega, stronzo anche chi illude immigrati

(ANSA) – MILANO, 21 NOV – ‘Fini ha ragione a definire stronzo chi dice che lo straniero e’ diverso. Ma stronzo e’ anche chi illude gli immigrati’, replica Calderoli. Il ministro leghista per la Semplificazione commenta cosi’ le affermazioni del presidente della Camera. ‘E’ infatti una stronzata, per usare il linguaggio di Fini -aggiunge- illudere gli extracomunitari che il nostro e’ il Paese di Bengodi e che c’e’ lavoro per tutti, visto che il lavoro manca in primo luogo ai nostri cittadini’.

***

chissà se parlavano della stessa tipologia di individui, magari Calderoli aveva ben presente il Principe Ereditario della Lega, al contrario Fini, prosaicamente, non parlava di specie protette.