è dura proprio nel momento dei veglioni, dei saluti in società. I vecchi amici socialisti che incontri per le feste, tutti che dicono: e…allora? e tu, poverino, niente! niente su tutta la linea. Poi non avete notato che lo stesso Berlusconi inaugura villette aquilane solo se pagate da qualche regione o provincia, tipo Trento, ed anche all’estero solo vicino casa, un po’ di arabia e al massimo Russia. Niente USA, niente CINA, niente Giappone, ci tiene tutti a stecchetto?

niente soldi per tutti, non riesco neppure a comprarmi le scarpe nuove e poi come facciamo fra poco più di tre mesi, che si vota? Comunque non disperate, son già riuscito a convincere quelli del PSE a mandare a culo il D’Alema, riuscirò anche a tagliare le unghie al Tremonti, anche se non riusciamo a spedirlo in Europa! 

MILANO «Il ministro Tremonti esercita un potere di veto sulle iniziative di tutti i ministri. Un blocco cieco, cupo, conservatore, indistinto». Lo afferma il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta secondo cui finchè c’era la crisi «il rigore conservatore» di Tremonti «ha funzionato» ma ora, sottolinea, «bisogna cambiare passo».

SUL CORRIERE Intervistato dal Corriere della Sera, Brunetta spiega che tutti i ministri la pensano come lui. «Tutti soffrono per il potere di veto di Tremonti», afferma. «Il Tesoro – aggiunge – esercita un egemonismo leonino, opaco, autoreferenziale. Una iattura. E lo dico convinto di interpretare lo spirito dell’intero governo». Secondo Brunetta, il titolare dell’Economia «non può sostituirsi al Consiglio e al premier Berlusconi: non è questo che vogliono gli italiani».

Il responsabile della Pubblica Amministrazione riconosce tuttavia a Tremonti «il merito di aver tenuto la barra» mentre, da parte sua, respinge l’ipotesi di voler prendere il suo posto.

«Non ho ambizioni personali. Io sto bene qui – assicura – dove combatto una battaglia epocale per la modernizzazione dello stato».

Povero Bunetta, ma non è perchè il Tramonti conosce alla perfezione i buchi nelle mutande del bilancio e non ha nessuna voglia di far contento te giocandosi la carriera futura?