eggià, sembra lo dicano i sondaggi, rompere la faccia a Berlusconi gli rende, infatti. Certo vuoi mettere la soddisfazione, ma in fondo non conviene e quindi bisogna ASTENERSI!

Lo indica anche il giudizio sul presidente del Consiglio: a metà novembre, il 48,6% degli italiani dava una valutazione positiva del Cavaliere. Oggi questa quota è salita al 55,9%. Il trend si è manifestato in tutti i settori dell’elettora­to, con una particolare intensità però tra i più gio­vani, e tra i cattolici praticanti. Il livello del consen­so è naturalmente molto più elevato tra gli elettori del Pdl (95%) e della Lega (77%). Tra i votanti per l’opposizione, prevalgono ovviamente i giudizi cri­tici verso il premier, che superano qui l’80%. Ma anche in questo caso si registra comunque un au­mento delle valutazioni positive per Berlusconi che raggiungono, ad esempio, il 17% tra gli elettori del Pd.

Questi sono i numeri del Corriere, con l’avvertenza che quando era 48.6 non lo scriveva nessuno, lo si dice adesso e magari è pure vero, anche se un po’ PIUTTOSTO meno di quel che dice l’interessato. 

Un po’ più piccolo l’effetto del lancio per CRESPI che forse coglie l’occasione per ricondurre alla realtà i dati abituali decisamente più alti in precedenza, anche se pur sempre più bassi di quelli sproloquiati dall’incidentato.

un affetto plebiscitario anche se non unanime alimentato da uno stato d’animo capace di trasformarsi in fiducia, un’apertura di credito nei confronti del leader del Pdl, che infatti  raggiunge il 61%, passando dal 57% di qualche giorno fa con un incremento di quattro punti percentuale, invertendo una tendenza che lo vedeva in calo dal mese di ottobre. 

SONDAGGI

 

Rimane comunque da osservare che dalle parti della sinistra mai che riescano a fare le cose con serietà, persino a distanza così ravvicinata non azzeccano la mira. Almeno quando son matti potrebbero portare a buon fine quel che cominciano.

Ha ragione la DESTRA, della SINISTRA il popolo italiano non deve fidarsi, anche in questo caso hanno dimostrato poca professionalità!