Allora, per poter diventare buoni è necessario fare un po’ di pulizia e così TISBE immagina che al nostro amatissimo Presidente del Consiglio accadano di queste cose.

Berlusconi: ‘Signor parroco, mi vorrei confessare’  

Parroco: ‘Certo figliolo, qual è il tuo nome?’  

Berlusconi: ‘Silvio Berlusconi, padre.’  

Parroco: ‘Ah! Ah! Il presidente del Consiglio!?’  

Berlusconi: ‘Si, padre.‘  


Parroco: ‘Ascolta, figliolo, credo che il tuo caso richieda una  competenza superiore. E’ meglio che tu ti rechi dal Vescovo.’  

Così Berlusconi si presenta dal Vescovo, chiedendogli se può  confessarlo.  

Vescovo: ‘Certo, come ti chiami?’  

Berlusconi: ‘Silvio Berlusconi’  

Vescovo: ‘Il presidente del Consiglio? No, caro mio, non ti posso  confessare: il tuo è un caso difficile. E’ meglio che tu vada in  Vaticano.’  

Berlusconi va dal Papa.  

Berlusconi: ‘Sua Santità, voglio confessarmi.’  

Papa: ‘Caro figlio mio, come ti chiami?’  

Berlusconi: ‘Silvio Berlusconi’ 

Papa: ‘Ahi! Ahi! Ahi! Figliolo! Il tuo caso è molto difficile per me.  Guarda qui, sul lato del Vaticano c’è una cappella. Al suo interno  troverai una croce. Il Signore ti potrà ascoltare.’   

Berlusconi, giunto nella cappella, si rivolge alla Croce: ‘Signore, voglio  confessarmi.’   

Gesù: ‘Certo, figlio mio, come ti chiami?’

Berlusconi: ‘Silvio Berlusconi.’   

Gesù: ‘Ma chi? Il Presidente del Consiglio?’  


Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘L’ex amico di Craxi ?’   

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘L’inventore dello scudo fiscale per far rientrare dalle isole  Cayman e da Montecarlo tutti i soldi che i tuoi amici hanno sottratto al  fisco ?’   

Berlusconi: ‘Si, signore.’  

Gesù: ‘L’amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti, particolare che si è  dimenticato di riferire al Congresso americano ?’   

Berlusconi: ‘Ehm… si, Signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha abbassato dell’1% le tasse dirette e costretto comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha ricandidato 13 persone già condannate con sentenza passata in giudicato?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’ 

Gesù: ‘Quello che ha modificato la legge elettorale in modo che siano le segreterie di partito a scegliere gli eletti e non più i cittadini ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha omesso qualsiasi controllo sull’entrata in vigore dell’Euro permettendo a negozianti e professionisti di raddoppiare i prezzi in barba a pensionati e lavoratori a reddito fisso ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’ 

Gesù: ‘Quello che ha abolito la tassa di successione per i patrimoni miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha quadruplicato il suo patrimonio personale e salvato le sue aziende dalla bancarotta da quando è al governo e che dice che è entrato in politica gratis per il bene degli italiani?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha epurato dalla RAI I personaggi che non gradiva?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha fatto la Ex-Cirielli, la Cirami e la salva-Previti ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha fatto una voragine nei conti dello stato e ha cambiato 3 volte ministro del tesoro ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha dato, a spese degli italiani, il contributo per il decoder digitale per permettere al fratello di fare soldi con una società che li produceva ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che depenalizzato il falso in bilancio ed ha introdotto la galera per chi masterizza I DVD ?’ 

Berlusconi: ‘Si, signore.’   

Gesù: ‘Quello che ha permesso alla Francia di saccheggiare la BNL e si è fatto prendere a pesci in faccia quando ENEL ha tentato di acquisire una società francese ?’ 

Berlusconi: ‘Ehm… sono sempre io, Signore.’   

Gesù: ‘Figlio mio, non hai bisogno di confessare. Tu devi solamente ringraziare.’ 

Berlusconi: ‘Ringraziare???? E chi, Signore?’ 

Gesù: ‘Gli antichi Romani, per avermi inchiodato qui. Altrimenti sarei sceso e t’avrei fatto un CULO COSI’!!! 

NOTA: tutti gli italiani che riceveranno questa comunicazione hanno l’obbligo CIVILE e MORALE di condividerla con almeno 10 amici: non sia mai che qualcuno lo voti di nuovo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 

Questo il racconto di Tisbe, ma questa è anche la storia di questi ultimi 15 anni. Chissà se sarà utile riparlarne, comunque ci provo: si sa mai!