per essere un difensore dell'ordine e della legge, sia pure come Assessore Leghista, parole forse sacrosante.

Talice non ha rilasciato dichiarazioni sulla vicenda.In rete si trova un suo intervento a Radio Padania in cui l’assessore commenta la visita in carcere dei due deputati Radicali Rita Bernardini e Sergio D’Elia ai rumeni responsabili dello stupro di Guidonia chiusi nel carcere di Rebibbia.

Secondo Talice “con i delinquenti bisogna essere duri e cattivi a più non posso. Bisogna usare la stessa durezza che loro usano contro le persone perbene. Senza clemenza, solo così insegneremo come ci si comporta”. E sui due parlamentari disse: “Pensa che razza di parlamentari abbiamo, la loro preoccupazione non era sputare in faccia ai rumeni ma verificare se gli agenti di polizia gli avevano dato due sberle”. Eventualità che delude molto Talice. “Se glien’han dato uno vabbè, avrebbero potuto dargliene di più. La polizia ha fatto bene se gliel’ha dati. Io invidio i parlamentari, che hanno questa possibilità. Se lo fossi stato io sarei andato a sputargli in faccia. O gli pianti un calcio in faccia o gli sputi in faccia. La gente normale poi ti accoglie come un eroe”.

speriamo per LUI che siano sincere, anche se corrono voci molto diverse sul suo conto, almeno a sentire il FATTO.