NON L'AVEVO DETTO.

prima FUORI L'UDC, dopo, NON L'HA DETTO, scherzava.

Frenata sullo strappo con l'Udc. Toccherà ai dirigenti locali "verificare e stabilire, luogo per luogo e volta per volta, se l' alleanza con l'Udc ha ancora ragion d'essere o se invece è terminato il rapporto di fiducia". I coordinatori nazionali del Pdl, Sandro Bondi, Denis Verdini e Ignazio La Russa circoscrivono le parole di Silvio Berlusconi che ieri aveva sollevato il problema degli accordi con i centristi 2. E se a livello nazionale "il dissenso è assai netto", a livello locale "c'è invece una situazione a macchia di leopardo". Da valutare caso per caso. Anche perchè l'ipotesi di rottura generalizzata preoccupa chi, tra gli amministratori del centrodestra, ha l'Udc come alleato.

"Stamattina ho sentito personalmente il premier e chiaramente smentisce di aver detto quelle cose" dice il presidente della regione Lazio, Renata Polverini.