erano partiti tutti a rotta di collo, Frattini e La Russa finalmente liberi poi è arrivato il PADRONE VERO: BOSSI.

allora LA RUSSA ha capito che era meglio litigare con Sarkò, FRATTINI ha cominciato ad ascoltare meglio cosa vogliono gli USA tanto in EUROPA NON CI CAGA NESSUNO. SARKO' bacia e abbraccia la Merkel scendendo la scalinata e al nostro lascia tutta la fatica di scalare la montagna per arrivare alla manina del francese.

del resto qualcosa rode in quelle teste. La guerra è lunga manda a dire Gheddafi e in effetti quanti bei giorni assieme e che bei vestiti e tutte quelle bimbone attorno nei giorni romani.

Gheddafi incede avvolto in un abito bianco, stirato ed inamidato, accompagnato da un soprabito arancione con strascico. Sembra essere compiaciuto dal suo ruolo, apparizione e corpo in cui alberga. Gli fanno da coda maggiorenti uomini. Al suo fianco c’è Berlusconi in foggia occidentale. Che Gheddafi avrebbe fatto gran sfoggio di abiti era stato preannunciato da quelle foto in cui si vedevano diversi aiutanti scendere di corsa dalle scale dell’aereo con grucce stracolme di abiti appesi. Il leader ne ha per tutte le occasioni: per celebrazioni, passeggiate, incontri ufficiali, tempo libero. Le rappresentazioni sceniche ad uso delle masse, dei media e per se stessi è in effetti un elemento centrale nelle affinità che legano Gheddafi e Berlusconi.

e così manda un messaggini al collega e amico di tante ore indimenticabili e sicuramente depositario di scambi non solo di affettuosità maschili ma pure concreti. Se quel BEDUINO parla altro che MILLS e allora la lacrimuccia, sperando che il RAIS lo venga a sapere.
 

Il premier sul raìs: «Per Gheddafi sono addolorato»
 

PS: ma ALEMANNO e compagnia cantante non l'hanno ancora capito 

 

Alemanno, che errore corteggiare Gheddafi per il petrolio

 

Ormai non resta che sperare in PUTIN