BETTY, si proprio LUI così abituato ad inveire contro tutto il resto del mondo politico italiano che non sia prono ai suoi piedi, HA PAURA. Non c'è altra spiegazione all'ostinato rifiuto di parlare alle camere.

strano, perché quando si ritrova nel suo ovattato e protetto (neanche poi tanto) privato sa di essere il MIGLIORE anche se forse da un po' gli deve mancare il cerimoniale ripetitivo delle tarde serate nei suoi palazzi.

eppure è tutto un successo, l'ITALIA ha recuperato contro la FRANCIA, almeno così piace credere e avrà una funzione fondamentale: quella di pattugliare ste benedette acque e così tenere tranquillo BOSSI, non un "negar" potrà passare ci siamo NOI a controllare. E poi dovremo pure in qualche modo controllare il traffico d'armi che sembra funzionare alla grande, ma lì forse, come diceva sempre il BOSSI, basterà controllare meglio il bresciano quando rispondeva piccato a chi gli chiedeva notizie sui suoi rapporti con GHEDDAFI.

Positivo alla fine è anche l'accordo sostanzialmente raggiunto con la Lega per una mozione comune della maggioranza sulla quale, dice il capogruppo al Senato Maurizio Gasparri «ci auguriamo vivamente ci sia la condivisione dell'opposizione». Comando Nato, applicazione testuale della risoluzione Onu, tutela degli interessi dell'Italia in Libia (in particolare su gas ed energia), condivisione da parte dell'Europa degli oneri che deriveranno al nostro Paese dall'emergenza umanitaria (con il «sistema unico di asilo» per i profughi), esigenza di «pattugliamento» delle acque internazionali in funzione di «deterrenza» contro il «traffico di esseri umani»: questi sono i punti principali del documento che comunque andrà ancora limato stamattina soprattutto nella parte in cui si prevedono meccanismi di risarcimento per le imprese colpite. Difficile però un voto comune con l'opposizione, che attacca la «gravissima decisione» di Berlusconi di non parlare in Aula
 .