in effetti non possiamo lamentarci, secondo una antica tradizione che parte dai noi nostri antenati latini i nostri maggiori hanno spesso avuto il desiderio di divertire il LORO popolo, quasi per dimostrare con il ridere insieme, magari sguiatamente, che si è un tutt'uno di corpo e di anima. 

e quanto all'andare di corpo e respirare un sano odore e sapore di MERDA il NOSTRO (Tigellino o Nerone o che altro) sa cogliere ogni occasione, compresa quella che vede un gruppo di giovani neo-laureati premiati per la qualità e i risultati raggiunti.

papà BETTY ha loro fornito suggerimenti fondamentali, ad esempio mai scarpe MARRONI (con 2 erre) se l'abito è scuro e poi l'ennesima barzelletta stantìa che ha di mira un tedesco (che sia un modo indiretto di avvisare la MERKEL per essere assieme a SARKO' sui permessi "lunghi"?)  .

la novità è che i ragazzi non ridono e allora l'intrattenitore confida che se si fosse espresso con più concretezza verbale allora sì che si sarebbe arrivati all'applauso che neanche il SOLITO riferimento al BUNGA BUNGA ha raggiunto. Lascio a Voi la scelta fra i molti citati in questa raccolta e lascio anche a VOI decidere fra i giornalisti, cronisti e i LUSTRASCARPE .

ma vediamo un po' di altro magari di quella TV che non pare proprio interessi e vede i GRANDI di un tempo (Baudo e Vespa) scambiarsi accuse e qualche sputo commemorando la chiusura anticipata del LORO 150 anni di Italia. Neanche in TV il vecchio e stantìo si riesce ad eliminare, vedrete torneranno.
 

non manca poi qualcosa dalla Cassazione, curiosa sentenza che condanna dei medici chirurghi per essersi ostinati, con il consenso della paziente, a tentare interventi inutili e alla fine dannosi perché indiretti responsabili della morte della stessa paziente sotto i ferri, come si usa dire. Allora se i medici tentano un loro specifico intervento addirittura con il consenso lucido del paziente non va bene, e se il paziente, ognuno di noi, non vuole essere costretto a ingurgitare cibo?

ma basta qui, in una in fondo bella giornata d'Aprile ho rivisto TRIESTE, il sole era (è) un po' velato ma "a BARCOLA iera za i muli a ciapar quel che iera de sol", e annusarsi in allegria  adesso in PRIMAVERA per prepararsi all'esplodere dell'ESTATE, come un tempo, come sempre. E su qualche panchina, adesso come allora, c'erano coppie di sempre giovani a confermare come il SOLE e il MARE (almeno a BARCOLA) fanno miracoli.

 

CORAGGIO ITALIA, nel futuro c'è ancora speranza, anche se a ROMA sembra CHICAGO si spara e si uccide in strada senza neppure la felpata "eleganza" delle GENERALI. Già: dicono che GERONZIe BERLUSCONI si siano telefonati a lungo e abbiano concluso un piano di guerra anche se forse per l'Italia sarebbe meglio che si rassegnassero ai loro SOLDI e si mettessero finalmente il PANNOLONE nelle tante maldive del mondo per ricchi imbecilli.