c'è un significativo rapporto fra l'andamento dell'incontro e i risultati per l'Italia berlusconica e non solo. Guardare i pantaloni, quelli del Compar Silvio piuttosto stropicciati sulla parte alta della gamba, come accade quando uno se li deve abbassare in un luogo scomodo stando bocconi con il culo disponibile verso l'alto.

anche il SARKO' ha tutte le espressioni del mio GATTONE SUPERMASCHIO quando esce da qualche meeting di estrema soddisfazione: pantaloni quasi impeccabili per una "discussione" condotta in modo solido standosene in piedi (chinato è l'altro).

CONCLUDENDO:

1.- LA FRANCIA è superbrava si mette in casa 50 mila tunisini all'anno (sottinteso in fondo da noi sono nemmeno 30 mila in totale e i permessi concessi saranno fra 10 e 20 mila).
                           
2.- IL NUCLEARE (da Il Giornale)riprenderà dopo aver bypassato il REFERENDUM (dà per scontato che la CASSAZIONE cancellerà il quesito) facendo contenta la Francia che è il partner dell'ENEL, solo che l'ENEL è quella che paga(cioè gli italiani, visto che il contratto già prevedeva penali salatissime comunque, sulla falsariga del PONTE sullo STRETTO che stiamo già pagando a suon di milioni per la progettazione di una cosa che non si farà MAI) e la FRANCIA quella che incassa, COMUNQUE.
                     
3.- I francesi volevano PARMALAT? Bene ce l'hanno già, la colpa secondo compar SILVIO è della normativa europea. La stessa di ALITALIA e AIRFRANCE ringrazia per il pericolo a suo tempo evitato.

E L'ITALIA? una bella LETTERINA A FIRMA CONGIUNTA e la LEGA forse INCAZZATA tanto per spiegare che PdL conta di più (e tenere buoni LA RUSSA e ex AN), e togliere di mezzo quel rompiballe di DRAGHI (potenziale concorrente in un GOVERNO di PACIFICAZIONE) oltre a poter sbandierare i complimenti di OBAMA e le tiritere FAVOREVOLI del NAPOLITANO.

 

E gli ITALIANI? booohhh!