Da IL CORRIERE

 

I Responsabili: «Per ora passo indietro sui posti di governo»

Al termine di una riunione: «Vogliamo interloquire con Lega e Pdl e lavorare per le priorità del Paese»

MILANO – Per ora «facciamo un passo indietro, non poniamo il problema al governo, vogliamo invece interloquire con Lega e Pdl e lavorare per le priorità del Paese». Lo ha detto Luciano Sardelli, capogruppo di Ir, al termine della riunione del gruppo dove è stato deciso di «non ritenere assolutamente prioritaria la definizione degli assetti di governo». Iniziativa Responsabile «si impegna per il rilancio e il sostegno all'azione complessiva dell'esecutivo e del premier».

LA RIUNIONE – Il gruppo di Ir che si è riunito nel pomeriggio per un esame della situazione politica del Paese «riafferma la sua leale azione per assicurare stabilità e rafforzare il governo Berlusconi» alla luce della crisi in atto nell'area mediterranea e la situazione economica per le quali serve «garantire la più alta coesione possibile nella maggioranza per continuare nel percorso delle riforme di cui l'Italia necessita». «In questo contesto particolarmente critico il gruppo di Iniziativa responsabile anche rispetto ad alcune notizie fuorvianti riportate dalla stampa afferma di non ritenere assolutamente prioritaria la definizione degli assetti di governo ma si impegna per il rilancio ed il sostegno all'azione complessiva dell'esecutivo e del premier.

BERLUSCONI – «Berlusconi ci ha ringraziato per la generosità, l'attenzione e la comprensione che abbiamo dimostrato vista la situazione internazionale» riferisce Sardelli dopo che una delegazione di Ir è stata a Palazzo Grazioli per riferire al premier della riunione dl gruppo in cui si è sancito «il passo indietro». «Siamo andati io, Silvano Moffa e Domenico Scilipoti – spiega Sardelli – prima che il presidente del Consiglio salisse al Quirinale da Napolitano. Gli abbiamo detto che i posti al governo per noi non sono la priorità perché la priorità è la crisi internazionale».