non sono un tifoso, neppure della NAZIONALE. Sì ricordo l'entusiasmo nel 1982, le corse per città con amici più giovani a suonare clacson. Ma era altro.

martedì pomeriggio mentre si facevano gli scrutinii delle schede ero ad un incontro importante come testimone in un procedimento con riflessi penali poi non ho resistito. Ho mandato di "nascosto" un SMS a mio figlio anche lui impegnato in cose di lavoro serie,robe di aziende multinazionali. La risposta veloce: PISAPIA 54, DE MAGISTRIS 62.

gli altri erano incuriositi e così alla fine l'ho detto, con un certo imbarazzo, eran tutti militari esperti di indagini "delicati". Han sorriso soddisfatti, così sembrava, anche PM e avvocati. Strano mi son detto eppure questo è lombardo-veneto c'eran state le solite battute sul mio nome, BENITO.

le cose di giustizia son durate fino a tardi, le cose dentro durano ancora. Anzi, ieri in macchina mi son ritrovato a urlare SI', Sììììììììììì, il GR3 aveva detto CASSAZIONE si va avanti. Avevano detto allora ITALIANI vi lasciamo esprimervi, avevano detto la responsabilità adesso è VOSTRA, cioé NOSTRA NOSTRA NOSTRA.

senza mediazioni, senza accordi, senza primarie, come ha poi detto BERSANI prendendo in contropiede i maggiorenti, senza pensare che se poi non si vince ci rimette quel prestigio che indirettamente gli era arrivato dai risultati precedenti.

poi FB, una esultanza MEDIA perché subito è partito l'assillo, il QUORUM, il QUORUM. Già quel QUORUM che corrisponde ad oltre un 70% di votanti a politiche normali.

Questa è la sfida, questo è il tranello e questa dev'essere la NOSTRA VITTORIA per tornare padroni di noi stessi, per ridare l'ITALIA agli ITALIANI.